Acquatrekking nelle Marche? La regione dice basta - Zen Hikers
Notizie e informazioni

Acquatrekking nelle Marche? La regione dice basta

La Regione Marche dice basta e vieta l’attività di acquatrekking nei corsi d’acqua regionali dopo la segnalazione dei pescatori del Bosso.

Aless 28/03/2022

Basta acquatrekking nella Regione Marche

Come riportato dal quotidiano CorriereAdriatico, a quanto pare, la Regione Marche dice stop alla Pratica dell’acquatrekking.

Con una delibera del 21 marzo 2022 (la 313), applica il divieto alle attività di acquatrekking e a qualsiasi altra attività escursionistica in gruppo che si svolge all’interno dei corsi d’acqua in tutta la Regione.

Con lo scopo di tutelare il territorio e il suo patrimonio ambientale e faunistico, la regione tramite questa delibera ha portato a un divieto di questa pratica. Il problema principale di questa disciplina è che, almeno per diverse regioni, non esiste una vera regolamentazione. Questo rischia di portare grossi danni all’ecosistema all’interno dei torrenti.

Altre regioni, come la Sardegna, si sono già posti il problema di una maggiore sensibilizzazione per una disciplina più consapevole visto i grossi rischi che questa può portare all’ecosistema. Diverse guide oggi sono contrarie a questo tipo di attività, sopratutto perché non esistono regole precise su come e dove poter praticare questa attività, danneggiando di conseguenza l’ecosistema dei fiumi.

Avevo già trattato questo argomento in un articolo dove spiegavo cosa fosse questa disciplina, come farla, i rischi per l’ambiente e alcune regole di base per praticarla.

Qui puoi approfondire: Acquatrekking | Cos’è, dove si fa e regole importanti.

I primi a segnalare che la mancanza di regolamentazione dell’acquatrekking stava danneggiando i fiumi Bosso e Burano nelle Marche, è stata l’Associazione Pescatori del Bosso. In seguito l’Arcipesca Fisa (sez.Pesaro) ha portato a conoscenza di questo problema la regione durante una consulta.

Il presidente dell’associazione pescatori del Bosso ha dichiarato:

La nostra Associazione ormai da alcuni anni segnala l’acquatrekking come una pratica dannosa

è continua

Abbiamo portato la problematica tramite l’Arcipesca Fisa sez. Pesaro in consulta regionale dove il vice presidente Carloni ci ha ascoltati

E tu cosa ne pensi di questo divieto che scelto la regione Marche per l’acquatrekking?

Seguici anche sui canali social

Buon trekking Zen Hiker!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *